1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Il bilancio annuale di Bologna Servizi Cimiteriali: patrimonio artistico, servizi, solidarietà e numeri eccellenti.

Per la società controllata dal Comune di Bologna si chiude con un bilancio fortemente in positivo un anno dedicato alla valorizzazione del cimitero monumentale della Certosa, all’incremento e alla qualificazione dei servizi nei cimiteri cittadini, ma anche al rafforzamento delle azioni a carattere solidale.

Sono confermati alla guida di Bologna Servizi Cimiteriali per il prossimo triennio il presidente, Simone Spataro, e l’amministratore delegato, Cinzia Barbieri. Fa il suo ingresso nel consiglio di amministrazione Giampiero Bassi.

Sono stati presentati oggi i dati del bilancio 2019 di Bologna Servizi Cimiteriali, che confermano l’andamento fortemente positivo per la società controllata dal Comune di Bologna.   
10 milioni di fatturato, da aggiungere agli oltre 3 sviluppati dalla controllata Bologna Servizi Funerari, e più di 2 milioni di euro di utili operativi consolidati, con una crescita del 24% rispetto al precedente esercizio.


Questi numeri ci rendono orgogliosi perché figli di una gestione oculata, improntata all’efficientamento economico e amministrativo, che ha visto anche importanti investimenti in attività e interventi per la qualificazione degli spazi e il miglioramento dei servizi a disposizione dei cittadini” – commenta il presidente Simone Spataro, che aggiunge: “Risultati di questa portata sarebbero semplicemente impensabili senza il contributo e l’impegno di tutte le persone della nostra azienda, che lavorano ogni giorno per il bene della collettività e dell’Azienda”.

Gli ottimi dati di bilancio si affiancano a una visione aziendale spiccatamente orientata al futuro. Sono stati fatti investimenti, per oltre 1 milione di euro complessivi, per rendere accessibili e sicuri gli spazi interni ai cimiteri e per il restauro e il risanamento conservativo dei chiostri e dei manufatti storici, con l’obiettivo di fare dei cimiteri di Bologna spazi sempre più accoglienti, votati all’arte e alla spiritualità.

Nell'ultimo anno abbiamo affrontato una crisi importante, superata grazie alla determinazione e al senso di responsabilità di tutti i nostri collaboratori, incluso il personale di Bologna Servizi Funerari. Con il loro contributo abbiamo rilanciato l’intera struttura, ottenendo risultati estremamente positivi” – ricorda l’amministratore delegato, Cinzia Barbieri – “Ci siamo potuti dedicare all’avvio di progetti di cui siamo orgogliosi, a partire dalla tutela e dalla promozione del patrimonio artistico della Certosa, che ha visto tra l’altro il consolidamento della relazione con Istituzione Bologna Musei

Sono numerose le iniziative portate avanti da Bologna Servizi Cimiteriali, come per esempio la realizzazione di totem da installare all'interno dei cimiteri per consentire ai visitatori di orientarsi nella scoperta delle opere d’arte custodite in Certosa, ma anche di trovare più facilmente la sepoltura del proprio caro.
È stato inoltre istituito un servizio di cerimonie laiche di commiato all'interno del Pantheon, restaurato e messo a disposizione della collettività. Contemporaneamente, è stato progettato, in collaborazione con l’Università di Bologna, un campo di pregio, con concessioni di durata superiore, in cui si apprezzano la cura del verde e l’attenzione a ogni dettaglio estetico.
È stato avviato il servizio di trasporto di cortesia con mezzi elettrici, utile a garantire la mobilità all'interno dei cimiteri alle persone con ridotta capacità motoria, ed è stato attivato un Infopoint all'ingresso principale della Certosa per offrire un punto di riferimento costante agli utenti.

Anche per Bologna Servizi Funerari è stato attuato un significativo piano di rilancio, finalizzato all'erogazione di servizi di sempre migliore qualità e in grado di soddisfare le esigenze di un pubblico molto diversificato. Senza dimenticare la funzione sociale dell’azienda, che si esplica nella gestione a titolo gratuito dei servizi funebri e di sepoltura per le persone indigenti.  

Un tema, quello della solidarietà” – commenta Cinzia Barbieri – “diventato di stringente attualità a partire dal mese di marzo, a causa dell’emergenza coronavirus, periodo in cui Bologna Servizi Cimiteriali ha garantito alle regioni dei territori più colpiti un forte e costante supporto operativo, mantenendo alta la qualità dei servizi per la città di Bologna. Lo spirito che ha animato la nostra azione nell'ultimo periodo è lo stesso di sempre: servire la collettività con impegno, sforzandoci di tendere la mano anche a chi ne ha bisogno, e di migliorarci costantemente in quello che facciamo.”